BMW: in serbo tante sorprese per il 2021
Rivoluzione in casa BMW

Nel 2014 si è assistito alla sdoppiamento BMW M3-M4 (M3 la berlina 4 porte – M4 la coupé); la sesta generazione delle iconiche sorelle BMW, il cui esordio è previsto per il 2021, sarà profondamente cambiata e ancora più tecnologica e veloce di quella attualmente in vendita. La berlina e la coupé tedesche non rinnegheranno l’attuale propulsore, vale a dire il noto 6 cilindri in linea 3.0 biturbo a iniezione diretta della benzina, ma la potenza massima passerà dagli attuali 431 cv a ben 500 cv. Un salto di classe.

L’incremento di potenza delle nuove iper sportive M3 e M4 rispetto ai modelli attuali dovrebbe seguire una duplice strada: da un lato puntare a un affinamento della parte elettronica, dall’altro affidarsi all’iniezione d’acqua, soluzionevolta a migliorare le prestazioni a fronte di una riduzione dei consumi. Un obiettivo perseguito vaporizzando il liquido nei condotti d’aspirazione al fine di abbassare le temperature dell’aria in ingresso e favorire la combustione.

All’iniezione d’acqua si accompagnerà un ulteriore plus tecnico, rappresentato dall’azionamento elettrico delle turbine in sostituzione della comune configurazione mediante gas di scarico. La rivoluzione, però, sarà rappresentata dal debutto di un sistema di trazione integrale simile a quanto adottato dalla M5.

Le future M3 e M4 potranno infine contare su di un sensibile aggiornamento in termini aerodinamici, un marcato alleggerimento – grazie all’impiego sempre più massiccio dell’alluminio e del poliuretano misto alla fibra di carbonio (CFRP) – e, notizia tutt’altro che scontata, una guida meno impegnativa in condizioni meteo non ottimali.

Altri Articoli
Non hai trovato quello che cercavi?

Contattaci e saremo felici di aiutarti.